Rammendi Urbani Rammendi Urbani

"Il nostro obiettivo è quello di accendere e poi mantenere vive scintille di bellezza nelle periferie. Abitare è essere ovunque a casa propria, affermava Ugo La Pietra".

Maurizio Milan
Gruppo G 124
Progetti Architettonici Progetti Architettonici

"La bellezza e la cultura dell’Architettura risiedono dove l’idea e l’esperienza dello spazio improvvisamente coincidono, dove frammenti architettonici coincidono e si fondono felicemente".

Bernard Tschumi
Recupero funzionale di un complesso industriale
Località
Prato

Anno
Inizio lavori novembre 2014
Complesso industriale, consumato dal tempo, realizzato alla fine degli anni ‘50 inizio ’60 in ampliamento a storico complesso industriale “Ex Lanificio degli Abatoni”, composto da quattro unità immobiliari a destinazione produttiva per una superficie coperta di 3.800 mq circa, con annessi resedi di pertinenza.
Il complesso sorge in un area periferica all’interno della frazione di S. Lucia - Abatoni; un contesto urbanistico che rappresentava, e rappresenta ancora, anche se in forma minore, la zona dove si concentravano le strutture produttive a Nord di Prato.
Alcune aree circostanti, dove erano presenti vecchi complessi industriali, sono state trasformate, attraverso oculati piani di recupero, in aree residenziali e commerciali; gli interventi sulle infrastrutture hanno dotato la zona di ampi spazi-verde, buona viabilità, comodi parcheggi auto ed adeguati servizi.
I proprietari dei fondi hanno approvato il Progetto di Massima che prevede il recupero funzionale, integrato, responsabile ed eco sostenibile del complesso, per riportarlo alla sua originale bellezza e funzionalità.
Il Noce
Recupero funzionale di un ex annesso agricolo da destinare a civile abitazione
Località
Fabio - Comune di Vaiano

Anno
Inizio lavori settembre 2014
Un edificio, oggi obsoleto, ma caratterizzato da una storia o da una funzione, può essere riutilizzato con risultati sorprendenti ed affascinanti. Questa struttura, ad esempio, ha risposto al suo contesto in molti modi diversi. Un tempo essa veniva utilizzata come ricovero degli animali, una vecchia stalla annessa alla Fattoria di Fabio; nel tempo presente sarà recuperata ad uso civile in qualità di abitazione residenziale privata.
Nel corso della prima fase dei lavori la struttura verrà interamente demolita, per poi essere ricostruita, nella seconda fase di ristrutturazione, utilizzando gli stessi materiali selezionati in precedenza con estrema cura ed opportunamente integrati, ove mancanti, con altro materiale di recupero.
Riqualificazione e risparmio energetico: guscio interno antisismico ed un secondo guscio esterno in pietra di recupero; tetto in legno a copertura ventilata; inserimento di pannelli solari, pannelli fotovoltaci e riscaldamento radiante a pavimento.
Casa Unifamiliare
Località
Fabio - Comune di Vaiano

Anno
2013
Progetto architettonico ex novo della costruzione di un edificio residenziale campestre destinato ad abitazione principale dei committenti.
La realizzazione ha tenuto in stretta considerazione le caratteristiche, le tipologie degli edifici rurali della zona, nel pieno rispetto quindi degli elementi architettonici tipici della campagna toscana. Vedi: la finestra dei fienili.
Il risparmio energetico, in questo tempo, ha assunto valore di imperativo categorico: presenza logica, ne consegue, di pannelli solari, pannelli fotovoltaici e riscaldamento radiante a pavimento.
Gli interni sono stati progettati in modo da stabilire un legame significativo con le cose e le persone che vada oltre gli esatti confini dello spazio. La relazione tra interno ed esterno è nello stesso tempo armonica e rigorosa, accentuando la natura della Casa come contenitore di valori umani e di preziosi manufatti dal design contemporaneo.
Torre Galciana
Località
Galciana - Prato

Anno
2010 - 2013
Spesso il riuso di edifici inusuali ed insoliti porta alla progettazione di interni unici e affascinanti, resi possibili, in parte, dal posizionamento bizzarro delle prese di luce: le finestre.
Il restauro e il consolidamento della Torre medioevale Galciana - una delle famose 48 Ville del Contado di Prato - ed il suo risanamento conservativo, sono stati realizzati intervenendo sulle precarie manomissioni strutturali effettuate nel tempo, cercando, per quanto possibile, di mantenere invariati gli strati originali, identificativi della storia evolutiva della struttura.
Una famiglia di elementi contrastanti, intonaco in gesso - pietra, può risultare il legante che unisce parti diverse dello stesso fabbricato.
I materiali utilizzati nella ricostruzione degli spazi hanno condizionato l’ambiente interno; attraverso il loro corretto impiego si sono potuti controllare fattori fisici come l’acustica, la temperatura, la luce.
I materiali di recupero, integrati con fedeli nuove produzioni, hanno consentito di creare un’atmosfera dominante ed altera, nel contempo e a connettere lo spazio al suo contesto naturale.
Casa Serena
Ampliamento struttura di ospitalità per anziani
Località
Mezzana - Prato

Anno
2010 - 2011
Nel processo creativo di una nuova struttura edile polifunzionale - vedi: ampliamento di una struttura preesistente - la lettura del contesto ha rappresentato un momento cruciale del progetto.
Perfettamente coerente con l’edilizia adiacente, è stata preferita una conformazione architettonica semplice, sobria, rassicurante, accogliente, in grado di risolvere i problemi legati ad un rapido adattamento degli ospiti: persone anziane desiderose di quiete, gioviale armonia, comodità, igiene dello sguardo.
L’area sociale di relazione, isolata dalla struttura principale, consente un distacco esterno dalle consuete abitudini vissute all’interno della Casa. La solidità estetica del progetto, la scelta dei materiali, le travi lamellari high tech in abete rosso e l’isolamento termico ottenuto con la coibentazione delle pareti, garantiscono un considerevole risparmio energetico.
Progetto preliminare per la ristrutturazione dell’ex edificio industriale San Giorgese, con nuova destinazione in struttura sportiva e commerciale con la collaborazione dell’Arch. G. Guanci
Località
Vaiano - Prato

Anno
2010
Recupero edificio industriale per l’insediamento di un impianto sportivo polifunzionale: piscina, palestra, centro benessere e ristoro; la struttura si inserirà all’interno di un Polo Scolastico integrato.
La struttura dell’ex fabbrica è legata profondamente all’ambientazione e possiede qualità particolari che esistono unicamente in quella situazione specifica: dettagli architettonici e stilistici analizzati e utilizzati come punto di partenza o come base concettuale per il successivo stadio progettuale e costruttivo.
Esaminando il progetto è facilmente riscontrabile l’effetto dilatazione dello spazio ottenuto mediante l’eliminazione radicale di un solaio intermedio.
La valorizzazione della volumetria dell’edificio, le capriate in legno, visibili e palcosceniche, la doppia finestratura, simmetrica e irradiante, la piscina, assoluta, sono tutti elementi che consentono al fruitore un immediato stato di benessere a supporto del piacere della frequentazione.
Concorso di progettazione del nuovo complesso Parrocchia della Visitazione. Commissionato dalla Curia Diocesana pratese
Località
Galciana - Prato

Anno
2009
L’area nella quale sorgerà il complesso è situata in un contesto agricolo, interessato da un processo di progressiva urbanizzazione. Il progetto ricerca una identità urbanistica e sociale, per dare nuova forma progettuale al nostro tempo.
Il corpus creativo riprende l’architettura conventuale pratese, essenziale ma non fredda, linee pure, legno e pietra, colori naturali, rigore addolcito, per consentire all’insieme di porsi come punto di riferimento dell’edificato esistente. Un nucleo caratterizzato da una piazza interna, il chiostro, un sagrato aperto verso la campagna, terminale visivo di un possibile sviluppo dell’area urbana.
L’identità di Chiesa quale luogo di culto è fornita dalla presenza iconografica della Croce, espressione della volontà di preghiera, dialogo con il divino, richiamo simbolico alla devozione, alla tradizione ecclesiale. Un progetto meta fisico che invita alla partecipazione, alla condivisione dei momenti liturgici cadenzati dal tempo sonoro di una campana.
Agriturismo Borgo dei Sensi
Località
Borsano le Confina - Vernio - Prato

Anno
2007 - 2010
L’ex Podere Borsano è stato ristrutturato con lo scopo primario di creare un ambiente esterno-interno confortevole e funzionale; motivo per il quale il progettista ha sfruttato al meglio le condizioni fisiche prevalenti e limitato gli effetti di quelle più problematiche: necessità virtù!
In pratica un controllo assoluto del contesto adeguandolo alle necessità oggettive e soggettive di un Agriturismo contemporaneo.
Nel rispetto delle geometrie precedenti particolare cura è stata fornita alla ristrutturazione di un Frigidarium per i bagni di acqua fredda e di un Calidarium, destinato ai bagni in acqua calda e ai bagni di vapore, fornendo così al fruitore accorto un’immediata interpretazione bipolare del complesso: Agriturismo e Centro Benessere, come espressamente richiesto dal committente.
La scelta dei materiali è stata effettuata nel rispetto della tradizione strutturale ed estetica preesistente, nessuna concessione al gusto minimalista contemporaneo anche nella progettazione degli interni, sobri ed accoglienti.
Cittadella 1
Ristrutturazione ex Fabbrica degli Abatoni e annesso Molino
Località
Santa Lucia Abatoni - Prato

Anno
2006 - 2010
Ricerca dell’essenziale equilibrio tra gli elementi spaziali e le funzioni che questi sono chiamati ad assorbire ed interpretare, rappresentano i paradigmi seguiti nella complessa elaborazione del progetto denominato Cittadella: la ricostruzione rivisitata di un antico borgo.
Un complesso residenziale aperto nato dal restauro del molino di epoca medioevale, dotato di una piazza d’uso pubblico, di una strada commerciale al suo interno e di un adiacente parco urbano.
Nessun modello predefinito, nessuna somiglianza: le guglie, ad esempio, ed alcuni rivestimenti strutturali, realizzati in acciaio Cor-Ten presentano allo sguardo critico dell’osservatore un effetto cromatico passivante intrigante, arcano e stupendo.
A questo proposito volentieri ascoltiamo il progettista, il quale afferma: “Alla base di qualsiasi progetto, che sia di edilizia residenziale o di ristrutturazione, di recupero o riqualificazione urbana, l’architetto deve riuscire a conseguire l’armonia tra l’uomo e l’ambiente nel quale vive”.
Cittadella 2
Località
Santa Lucia Abatoni - Prato

Anno
2006 - 2010
Progetto ex novo della costruzione di un edificio residenziale pluri familiare. Un progetto elegante, slanciato, per certi versi gotico. I materiali scelti hanno un enorme impatto sull’estetica, l’efficienza e sulla sostenibilità del progetto.
Una struttura decisamente contemporanea che si integra perfettamente con l’ambiente circostante, differenziandolo, identificandolo con forza, rendendolo stimolante, autonomo e pulsante, comunque legato alla genesi del paesaggio.
La nuova costruzione è dotata di impiantistica in copertura per il risparmio energetico con installazione di pannelli solari, pannelli fotovoltaici, impianto di riscaldamento radiante a pavimento, logge incassate e schermate a livello delle abitazioni per l’utilizzo di tali spazi anche nelle situazioni meteo più disagevoli.
Borgo Il Ponticello
Ristrutturazione destinata ad Agriturismo
Località
Fabio - Comune di Vaiano

Anno
2005
Il riuso di edifici esistenti è uno degli approcci più sostenibili nella progettazione architettonica. Nella definizione di un progetto si possono adottare sistemi e metodologie eco compatibili ma anche creare ambienti che stimolino uno stile abitativo sensibile alla salvaguardia dell’ambiente. Argomentazione ineccepibile in grado di definire correttamente la completa ristrutturazione ed il restauro di un nucleo di Case Coloniche adibito ad Agriturismo.
Nel corso dei lavori ogni singolo elemento strutturale ed estetico precedente è stato fedelmente ripreso utilizzando una selezione dei materiali di recupero in loco e nella zona limitrofa.
Massima attenzione è stata riservata alla valorizzazione dell’insieme armonico immerso in un palcoscenico naturale spettacolare.
Un particolare riguardo progettuale, e non poteva essere diversamente, è stato fornito alla consapevolezza ambientale ed al risparmio energetico, creando spazi abitativi sostenibili ed efficienti.
Ristrutturazione di un ex accessorio rurale destinato a civile abitazione privata
Località
Fabio - Comune di Vaiano

Anno
2004
Il riuso di un edificio è uno dei metodi più sostenibili a disposizione del progettista. Non propone soltanto un collegamento con il patrimonio culturale e con la memoria collettiva, ma consiste anche in un atto di rispetto nei confronti dell’ambiente.
Ristrutturando una struttura esistente, molti servizi sono presenti in situ, quindi si risparmia energia già insita in questi elementi. Il riutilizzo della struttura riduce inoltre la quantità di risorse edilizie necessarie. Valori, asset progettuali, opportunità operative delle quali prendiamo atto costantemente.
Vedi, ad esempio, la ristrutturazione e riqualificazione di un ex annesso rurale destinato a civile abitazione. La proprietaria, la signora Sandra, ultimata la prima fase dei lavori, ha curato personalmente l’arredo degli interni.
Particolare attenzione è stata riservata al rispetto dell’armonia strutturale in stretta relazione con le caratteristiche architettoniche ed estetiche dell’ambiente circostante.